Medico Veterinario  - Omeopata - Firenze

La gravidanza isterica nel genere femminile del cane

A. Considerazioni:

1. Più la razza e l’individuo femminile sono lontani o si allontanano “dall’equilibrio” e dalla natura femminile e riproduttiva “con atteggiamenti ipo e iper reattivi” più la gravidanza isterica è presente.
2. In natura la libertà, i gruppi sociali, le leggi fisiologiche, le esigenze, l’alimentazione e gli stimoli adeguati “tengono sigillati” i soggetti alle loro funzioni per cui le attività ormonali sono “protette” nella fisiologica esplicitazione

B. Valutazioni di possibili fattori scatenanti o favorenti la succitata patologia:

1. Ambiente inadeguato in cui vive il soggetto femminile, assenza di relazioni sociali con il sesso opposto “in libertà funzionale”, compagnie femminili antagoniste, segregazione sociale in canili in gruppi o maniere sociali segreganti le funzioni sessuali, accoppiamenti inadeguati e non rigeneranti ecc..

2. Relazione complessa con l’uomo (proprietario).

a) Concetto di immagine allo specchio.

b) Concetto di transfert.

c) Relazioni antropomorfizzanti.

3. Endocrina, patologie riproduttive indotte da terapie allopatiche sintomatiche che con effetti collaterali bloccano le funzioni “drenanti e operative” dell’organismo in toto, con alterazioni funzionali e lesionali del locus minoris resistentiae femminile che è il ciclo sessuale.
L’inquinamento molecolare chimico (tossicità primaria e secondaria) contribuisce anch’esso in tal senso.

4. Disregolazioni ormonali per cause alimentari con notevoli squilibri delle naturali tendenze assimilative alternanti e periodiche che vengono baypassate e distrutte dall’alimentazione così detta uniforme e controllata che inducendo ipofertilità e ipofecondità (fisico–caloriche) per ulteriore squilibrio tra le masse acquosa e grassa sia come qualità che come quantità (variazione proporzionale della massa complessiva come qualità e quantità).

5. Cause ereditarie.

Cicli sessuali irregolari.

Predisposizioni eredo-patologiche non curate negli antenati.

Malattie croniche sessuali degenerative (tumori).

C) Conclusioni:

1) Terapie eugenetiche.

2) Terapie costituzionali.

3) Terapie comportamentali.

4) Terapie endocrine individuali e di gruppo.

5) Terapie trofiche - ovariche.

6) Terapie immunitarie con fine di regolazione delle disendocrinie ovariche.

7) Terapie drenanti con effetto disintossicante ed attivante di tutto il circolo mesenchimale e l’interstizio cellulare (effetti terapeutici ovarici).

Valid XHTML 1.0 Strict

Dr Daniele Raffa - Meidco Veterinario - Partita IVA n. 03388350484
Iscritto nella lista dei Medici Veterinari Omeopati dell'Ordine di Firenze e Prato
Iscritto all'Ordine dei Medici Veterinari delle Provincie di Firenze e Prato con il numero 269